La Libertà è partecipazione

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Dice il saggio...

(Aforismi, citazioni e  curiosità

 

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità: non andare fino in fondo, e non iniziare.

(Confucio)

 

 

 3 visitatori online

 

 

Scrivici

Vittuone nel Cuore

Ultimi articoli

Clicca sull Immagine per accedere al contenuto

Giunta Zancanaro-Tenti, un inciucio a spese dei Vittuonesi (ricevo e pubblico)

Giunta Zancanaro-Tenti, un inciucio a spese dei Vittuonesi (ricevo e pubblico) &nbs...

Conferenza stampa sul tema RSA - ricevo e pubblico

A seguito dell'ultimo consiglio comunale di giovedì 16 novembre e di quanto rilasciato...

Il lupo (Maikol) perde il pelo ma non il vizio (di dire balle)

Ancora balle dall’Assessore Bergamaschi contro il PD! Dovere di un amministratore pubbl...

Relazione della Segretaria PD di Vittuone (ricevo e pubblico)

Relazione della segretaria Il Partito Democratico affonda le sue radici e i suoi valori nell...

E così anche il “Ginela” chiude

Ricevo e pubblico un'interessante riflessione sulla chiusura del "Ginela" E cos...

  • Giunta Zancanaro-Tenti, un inciucio a spese dei Vittuonesi (ricevo e pubblico)

    Martedì 28 Novembre 2017 10:54
  • Conferenza stampa sul tema RSA - ricevo e pubblico

    Lunedì 20 Novembre 2017 16:17
  • Il lupo (Maikol) perde il pelo ma non il vizio (di dire balle)

    Lunedì 20 Novembre 2017 14:35
  • La festa dell'albero con Legambiente

    Giovedì 09 Novembre 2017 15:42
  • Relazione della Segretaria PD di Vittuone (ricevo e pubblico)

    Giovedì 09 Novembre 2017 15:28
  • E così anche il “Ginela” chiude

    Sabato 04 Novembre 2017 10:31

Giunta Zancanaro-Tenti, un inciucio a spese dei Vittuonesi (ricevo e pubblico)

E-mail Stampa PDF

Giunta Zancanaro-Tenti, un inciucio a spese dei Vittuonesi

(ricevo e pubblico)

        

Galeotta fu la RSA. Le ipotesi di inciucio in questi giorni tra Tenti e giunta Zancanaro sembrano trovare conferme con i complimenti fatti dal consigliere di Forza Italia all’assessore Bergamaschi sulla questione RSA, la residenze sanitaria ‘Il Gelso’.

 

Innanzitutto ristabiliamo la verità dopo le menzogne dichiarate in merito dal giovane leghista. Nel 2002 l’amministrazione di centrodestra stipula una convenzione per la realizzazione e gestione di una RSA. Su terreno comunale la società C.S.A. posa quindi la prima pietra. Un particolare curioso: tra i tanti soci costruttori spicca il nome di Paolo Berlusconi.

Nel 2008 C.S.A. entra in crisi e affitta ‘Il Gelso’ alla società Argento Vivo, la quale decide di acquistare la stessa C.S.A. e rilevare la casa di riposo. A fine 2010 Tenti può così dire di aver incassato da Argento Vivo i 2.200.000 euro per salvare in extremis il bilancio e il suo ‘irragionevole sviluppo’: un’operazione irregolare in quanto quei soldi erano vincolati dall’atto di vendita. Inoltre come mai solo 2.200.000 euro? Perché Tenti si accontentò della valutazione fatta dal progettista della RSA.

Ma nell’aprile 2011 la vendita salta: la C.S.A. nascondeva un buco di oltre 9.000.000 per tasse non pagate. Ciò manda all’aria i piani di Argento vivo, incapace di accollarsi quei debiti. Non fu quindi il ricorso al TAR dell’allora minoranza di centrosinistra a bloccare la vendita, come dichiarato dalla nuova coppia di fatto Bergamaschi-Tenti.

A quel punto le scelte erano due: perfezionare la vendita o ridare i 2.200.000 euro. La giunta Bagini, subentrata nel 2012, decise di perfezionare la vendita della RSA, impegnandosi in una lunga trattativa per salvaguardare gli interessi dei vittuonesi.

L’amministrazione di centrosinistra scoprì anche un’altra grana: 500.000 euro di IMU e ICI non pagati al comune dal 2007 al 2013 dal gestore della RSA. La giunta Bagini raggiunse un accordo con la società recuperando subito la prima tranche del debito e pianificando la rateizzazione di quelle successive.

L’assessore Bergamaschi e il consigliere Tenti sembrano oggi due compagni di merende. Ma cosa hanno fatto se non sperperare i soldi dei vittuonesi? L’assessore leghista ha semplicemente restituito i 2.200.000 euro, rincarati con gli interessi, fregandosene delle trattative di Bagini. Per non parlare dell’attribuzione di meriti non suoi sulla restituzione di IMU e ICI: se oggi entrano soldi nelle casse comunali lo si deve alla passata giunta di centrosinistra.

Partito Democratico Vittuone

Ultimo aggiornamento Martedì 28 Novembre 2017 11:00

Conferenza stampa sul tema RSA - ricevo e pubblico

E-mail Stampa PDF

A seguito dell'ultimo consiglio comunale di giovedì 16 novembre e di quanto rilasciato alla stampa locale, il giorno successivo, dall'assessore Bergamaschi, il Partito Democratico di Vittuone e il gruppo consiliare ViviAmo Vittuone hanno deciso di tenere congiuntamente una conferenza stampa. Alla riunione vi invitano le due consigliere Ivana Marcioni e Anna Papetti, il segretario del Pd vittuonese Laura Bonfadini e Roberto Cassani, in quanto coordinatore in pectore del gruppo consiliare civico. Sarà presente anche Enrico Bodini in quanto ex assessore della giunta Bagini.

L'appuntamento è fissato per martedì prossimo, 21 novembre, presso la sede del PD di Piazza Bartezzaghi, alle ore 18:00.



Grazie per l'attenzione,

Partito Democratico Vittuone

Il lupo (Maikol) perde il pelo ma non il vizio (di dire balle)

E-mail Stampa PDF

Ancora balle dall’Assessore Bergamaschi contro il PD!

Dovere di un amministratore pubblico è conoscere, informare i cittadini e non fare solo sparate propagandistiche!

Questa volta leggiamo di accuse al PD  per quanto riguarda la RSA il Gelso.

In proposito si vuole per ora solo ricordare che l’Amministrazione Bagini si era ben accorta delle tasse non pagate dalla RSA "Il Gelso", tanto da dare corso al recupero forzoso del credito incaricando un legale per effettuare un pignoramento nei confronti del debitore.

L’Amministrazione Bagini inoltre aveva già deliberato e messo a bilancio la restituzione di 2 milioni di euro, sborsati dalla RSA e incassati dall’Amministrazione Tenti per tenere in piedi il bilancio del Comune nel 2010. La restituzione era stata decisa in tre rate da 660 mila euro ed inserita nel bilancio triennale del Comune.

La restituzione in tre rate annuali era stata prevista per evitare lo sforamento del patto di stabilità che avrebbe causato il dissesto del Comune di Vittuone. Naturalmente tutto questo è contenuto in atti pubblici che dovrebbero essere a conoscenza degli attuali amministratori.

Si apprende dall’articolo del settimanale “Settegiorni” che solamente “oggi il Comune si impegna entro settembre 2018 a versare 2 milioni e 50mila euro, evitando di pagare la rivalutazione e le spese legali “.   

Se la RSA chiede interessi per mancata restituzione ed il Comune li riconosce, vuol dire che c’è un danno erariale per il Comune, Comune che in questi anni non ha provveduto a seguire il piano di restituzione che era stato stabilito dall’amministrazione Bagini:  chi è il responsabile di questo danno per il Comune di 70 mila euro?  

Curioso infine che vengono pubblicate sul notiziario, informazioni di una sola parte, dell’assessore Bergamaschi, senza un contradditorio con gli “accusati”, come se il giornalista fosse un addetto stampa del Comune.

Prevedibile invece il trovare l’informazione dettagliate sull’argomento RSA del consiglio comunale di ieri sera sul settimanale in edicola questa mattina: i Consiglieri comunali dell’opposizione non erano stati minimamente informati del punto all’ordine del giorno pur avendo chiesto informazioni all’assessore che, come al solito, predilige comunicare alla stampa e tenere all’oscuro i consiglieri comunali.

Ultimo aggiornamento Lunedì 20 Novembre 2017 16:16

La festa dell'albero con Legambiente

E-mail Stampa PDF

Pagina 1 di 89

You are here: Home