La Libertà è partecipazione

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Dice il saggio...

(Aforismi, citazioni e  curiosità

 

Non si può conoscere veramente la natura e il carattere di un uomo fino a che non lo si vede amministrare il potere

(Sofocle)

 

 3 visitatori online

 

 

Scrivici

Vittuone nel Cuore

Ultimi articoli

Clicca sull Immagine per accedere al contenuto

Roberto Cassani non è più assessore

Leggo, da un sito che "osserva" Vittuone, questo articolo: "Roberto Cassani&nb...

Festa dell'Albero 2016 per la cittadinanza - le foto

Festa dell'Albero 2016 per la cittadinanza - le foto Sabato 19 è partita la prima ...

Un Sindaco progettista e direttore di lavori privati?

Un Sindaco progettista e direttore di lavori privati?   La Lista Civica ViviAmo...

  • Roberto Cassani non è più assessore

    Venerdì 02 Dicembre 2016 06:06
  • Aspettando il Natale 2016

    Giovedì 24 Novembre 2016 07:08
  • Festa dell'Albero 2016 per la cittadinanza - le foto

    Mercoledì 23 Novembre 2016 06:27
  • Un Sindaco progettista e direttore di lavori privati?

    Giovedì 17 Novembre 2016 13:06
  • La Festa dell'Albero - ed. 2016

    Mercoledì 16 Novembre 2016 07:39
  • Peter Pan al Tresartes col Cerchio Aperto

    Mercoledì 09 Novembre 2016 10:29

Roberto Cassani non è più assessore

E-mail Stampa PDF

Leggo, da un sito che "osserva" Vittuone, questo articolo:

"Roberto Cassani non è più Assessore.

Al suo posto è stato nominato Gianmarco Colombo di fede leghista.

Il sindaco Stefano Zancanaro gli ha revocato la delega e in un battibaleno si è ritrovato fuori dall'esecutivo e per di più anche dal Consiglio comunale per via del fatto che quando è stato nominato Assessore si è dimesso da Consigliere per far entrare in Consiglio Giancarlo Bernacchi.

La decisione del Sindaco ha preso tutti in contropiede e non solo il diretto interessato, che si è visto estromesso tramite il messo comunale che gli ha comunicato la notizia senza però consegnargli il decreto.

Certo che l'uscita di scena di Cassani, che si dice commosso per le attestazioni di stima e solidarietà ricevute dai cittadini, ha suscitato enorme stupore non solo nel mondo politico-amministrativo, ma anche nella stessa comunità.

I cittadini sono rimasti molto sorpresi del provvedimento.

Del resto nessuno se lo aspettava, anche perché non c'erano segnali che potessero prefigurare la defenestrazione dell'assessore.

Quali possano essere stati i motivi del suo allontanamento nessuno li conosce e proprio per questo il sindaco farebbe bene a spiegarli per dissipare sospetti e ombre che rischiano di addensarsi su municipio e mettere in circolo pericolosi veleni.

La politica ha le sue regole, ma la trasparenza non può essere mai sacrificata. Insomma una misura così drastica a 5 mesi dall'insediamento della giunta non appare un buon viatico per il futuro amministrativo, soprattutto se non dovessero essere spiegate con chiarezza le ragioni della scelta.

Da quel che si sa Cassani aveva il suo carattere spigoloso e pur lavorando alacremente non sembra che fosse in piena sintonia con il resto dell'esecutivo.

 Non era nato - a quanto si dice - un gran feeling fra lui e il Sindaco e gli altri Assessori, ma questo non pare un buon motivo per cacciarlo.

Si sa anche che Colombo aveva ambizioni assessorili. 

Com'è come non è, il risultato finale è che ora la giunta appare troppo sbilanciata: su 4 assessori 3 solo della Lega nord.

E questo alla lunga potrebbe causare fibrillazioni, malumori e chissà cos'altro."

Beh, sinceramente mi sono sempre chiesto come mai una persona come Cassani potesse stare in una lista che civica non è mai stata, visto il candidato e soprattutto visto l'imprinting leghista dello stesso segretario Salvini.

Ma il fatto di oggi, e qui dissento dall'autore dell'articolo, non so quanto possa cogliere di sorpresa chi ha guardato "oltre" le dimissioni da Consigliere già all'insediamento. Mi immagino la scena con l'invito "fai entrare più forza lavoro, dimettiti ma sarai sempre Assessore" formulato - credo - dalla leadership leghista, certo non senza l'appoggio della leader al femminile.

Mi parlavano molto bene di Cassani, in termini di persona seria, onesta, leale e impegnata davvero per il bene della comunità, per questo mi erano nate le perplessità sulla sua candidatura con Zancanaro in campagna elettorale. Nell'occasione del primo Consiglio, alle sue dimissioni, ricordo di aver commentato "si è messo in gioco, ha contribuito alla vittoria elettorale e ora mi sa che lo silureranno", anche se non mi aspettavo che il defenestramento avvenisse così presto.

Nel Consiglio in cui sono state rese note le linee programmatiche (se così possiamo chiamare ciò che è stato presentato) lo scontro con la leadership leghista è stato davvero palese, pochi non se ne sono accorti... e ora siamo arrivati al dunque. Certamente i cittadini inizieranno (finalmente) a farsi qualche domanda e non sarà certo il Sindaco a rincuorarli via Facebook, come suo solito.

I nodi vengono sempre al pettine (per usare un linguaggio figurato) e oltre a tutto ciò che di imbarazzante ha pubblicato finora sui social, dichiarato ma smentito a suon di dati di fatto e documenti, dovrà rispondere anche di queste scelte.

Per concludere posso dire che effettivamente mi ha meravigliato una cosa: non mi sarei mai aspettato che la "LEI" più significativa ed importante della coalizione stesse a questi giochetti...

Ultimo aggiornamento Venerdì 02 Dicembre 2016 14:43

Aspettando il Natale 2016

E-mail Stampa PDF

Ultimo aggiornamento Giovedì 24 Novembre 2016 15:11

Festa dell'Albero 2016 per la cittadinanza - le foto

E-mail Stampa PDF

Festa dell'Albero 2016 per la cittadinanza - le foto

Sabato 19 è partita la prima delle iniziative legate alla Festa dell'Albero, indetta a livello nazionale da Legambiente.

A Vittuone i volontari si sono ritrovati presso la sede del Circolo locale, per poi spostarsi lungo la ex statale 11, in corrispondenza della scarpata che separa la RSA "Il Gelso" dalla ex statale stessa.

Sono state messe a dimora circa cinquanta piante che, insieme a tutte le altre che in questi anni sono state inserite nel contesto tra la RSA, il cimitero e la ex statale, vanno ad arricchire il patrimono del verde comune.

Nel "panorama" fronte cimitero spiccano i numerosi cipressi, piantati lungo la strada insieme agli alunni delle scuole vittuonesi nel 2009, oggi divenuti adulti e decisamente significativi.

(Clicca sull'immagine per accedere alle foto)

Le iniziative con le scuole, previste per lunedì 21 e martedì 22 insieme a circa 200 ragazzi, sono state sospese e rimandate causa maltempo.

Sabato 26, invece, pare che il meteo consentirà la messa a dimora della pianta dedicata ad Antonia Galli, attivissima volontaria di Legambiente (e non solo), scomparsa lo scorso anno. Seguirà una piccola cerimonia di commemorazione.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 23 Novembre 2016 10:12

Un Sindaco progettista e direttore di lavori privati?

E-mail Stampa PDF
Un Sindaco progettista e direttore di lavori privati?
 

La Lista Civica ViviAmo Vittuone ha presentato un’interrogazione e un’interpellanza al Comune di Vittuone su un permesso di costruzione rilasciato nel mese di ottobre.
L’area in questione è quella vicino alla rotonda del centro commerciale Il Destriero. Nella lottizzazione residenziale era previsto che la zona di via Milano, in prossimità della suddetta rotonda, fosse in gran parte riservata a verde ornamentale, essendo quella zona una delle porte di Vittuone. Lì invece verrà installato un parcheggio di automezzi da noleggio (in realtà già presente dal mese di agosto di quest’anno), anche nella fascia di rispetto stradale.
Il progetto e la direzione dei lavori sono dell’Architetto, nonché Sindaco di Vittuone, Stefano Zancanaro.
Per prima cosa il piano di lottizzazione dell’area di via Milano era stato approvato nel 2013 all’unanimità dal Consiglio Comunale ed escludeva la presenza di qualsiasi edificio non residenziale. ViviAmo Vittuone richiede quindi, mediante l’interrogazione, chiarimenti circa il permesso di costruire rilasciato dal Comune. Infatti il cambio di destinazione prevede ora un edificio commerciale, anziché residenziale. Ciò stravolge completamente quanto era stato definito nel Piano di Governo del Territorio (PGT).
In seconda battuta consideriamo necessaria una risposta esauriente alla nostra interpellanza circa l’esercizio della libera professione di architetto, e la compatibilità con la carica di Sindaco, di Stefano Zancanaro.
Noi di Viviamo Vittuone pensiamo che su questo fatto sia fondamentale il valore della trasparenza nella gestione comunale. E’ fondamentale conoscere se è legittima la posizione del Sindaco, che ha firmato il permesso come progettista e direttore dei lavori. E’ un fatto rilevante, non solo per noi che siamo all’opposizione, ma anche per tutti i vittuonesi.
La base sulla quale abbiamo richiesto di approfondire l’argomento è la legge che prevede il dovere di astensione dall’esercizio di attività libero professionale, in materia di edilizia privata e pubblica, per gli amministratori comunali competenti in materia di urbanistica, edilizia e lavori pubblici. Infatti l’art. 78 terzo comma del TUEL (Testo Unico Enti Locali) recita: “I componenti la giunta comunale competenti in materia di urbanistica, di edilizia e di lavori pubblici devono astenersi dall’esercitare attività professionale in materia di edilizia privata e pubblica nel territorio da essi amministrato”.
Insomma, l’attuale Amministrazione se la canta e se la suona da sola, alla faccia del rispetto delle regole, della trasparenza e del buon governo. E dei cittadini di Vittuone.
 
10 novembre 2016                                                   Il Gruppo Consiliare ViviAmo Vittuone
Ultimo aggiornamento Giovedì 17 Novembre 2016 13:53

Pagina 1 di 80

You are here: Home