La Libertà è partecipazione

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Dice il saggio...

(Aforismi, citazioni e  curiosità

 

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi

(William Shakespeare - Re Lear)

 

 

 2 visitatori online

 

 

Scrivici

Vittuone nel Cuore

The show must go on

E-mail Stampa PDF

 

THE SHOW MUST GO ON (WE HOPE NOT)

ovvero: il Consiglio comunale del 31 luglio

 

Con un piccolo ritardo, dovuto a cause di inagibilità del sito, pubblico il comunicato stampa di ViviAmo Vittuone sul Consiglio comunale del 31 luglio scorso:

"Il Consiglio Comunale di lunedì 31 luglio è stato convocato alle 11 di mattina, in sordina, contrariamente alle indicazioni della legge che vorrebbe fosse fatto di sera, per favorire la maggior partecipazione dei cittadini, anche di quanti lavorano.

Forse la maggioranza pensava che la seduta del Consiglio fatta di mattina potesse essere di ordinaria amministrazione, da sbrigare in poco tempo, non è stato così.

Anzi, ancora una volta è andata in scena una pessima figura dei nostri Amministratori.

Infatti, in merito al punto n°1 - che trattava delle variazioni del Documento Unico di Programmazione (DUP) 2018/2020 e dell'assestamento di bilancio - si è manifestato un palese disaccordo tra il Sindaco e il suo neo Assessore Tenti. Dopo un vivace battibecco, la discussione ha portato al voto di astensione dello stesso Tenti e di due altri Consiglieri di maggioranza.

La variante da approvare era importante perché la Giunta, accettando quanto più volte chiesto da Viviamo Vittuone, affidava l'intervento di efficientamento dell’illuminazione pubblica ad un gestore da individuare con un bando di gara, eliminando così la necessità di un mutuo e cioè di un ulteriore indebitamento.

La delibera comprendeva anche l'assestamento di bilancio, argomento fondamentale per ogni Comune.

Il documento, che consta di circa cento pagine, ci è stato consegnato solo venerdì pomeriggio. Signori! Come si possono valutare documenti così complessi e corposi in poche ore? L'esiguo tempo a disposizione ha impedito, di fatto, l’approfondimento necessario per discutere un argomento così importante. È prassi dell’Amministrazione Zancanaro negare il confronto con la Minoranza, e quindi negare il diritto della Minoranza ad esercitare il proprio mandato.

Tra gli altri argomenti proposti, Viviamo Vittuone ha portato in discussione il documento che impegna l’Amministrazione comunale ad assumere apertamente i valori della Costituzione Repubblicana e Antifascista. Vogliamo sottolineare che questa importante mozione ha avuto l'approvazione della Maggioranza, con l’astensione di Tenti, Manini e Camerati.

Da ultimo, con la nostra interpellanza sulla chiusura al traffico pesante della ex statale 11, abbiamo sollevato il grosso problema di traffico e inquinamento che si è venuto a creare in via Madonna del Salvatore. Il Sindaco ha dato risposte evasive che non ci hanno soddisfatto, non rispondendo sulla sua mancata presa di posizione a difesa del territorio comunale quando il comune di Corbetta ha, di fatto, riversato il traffico sulla nostra viabilità. Controlleremo l’azione dell’Amministrazione, ma non escludiamo altre iniziative in merito al problema.

Vittuone 02.08.2018 - Gruppo Consiliare di ViviAmoVittuone"

Ultimo aggiornamento Giovedì 09 Agosto 2018 15:16

Le follie dell'imperatore

E-mail Stampa PDF

 

Ricevo, pubblico e, in calce, commento il comunicato ricevuto da ViviAmoVittuone:

Comunicato in merito al Consiglio Comunale del 5 luglio u.s.

ViviAmoVittuone aveva presentato una mozione in Consiglio Comunale per chiedere di conoscere le nuove linee guida dell’Amministrazione. Queste linee sarebbero dovute dalla “nuova” Maggioranza formatasi con l’ingresso di Enzo Tenti, candidato sindaco avversario e terzo arrivato alla competizione elettorale. Si richiedeva una legittima precisazione e l’informazione alla Cittadinanza poiché l’Amministrazione ha dichiarato in più forme alla stampa il cambio della linea politica.

I programmi elettorali delle due liste, che si erano affrontate duramente, sono sostanzialmente opposti e contrastanti l’uno verso l’altro.

È legittimo, quindi, che la Cittadinanza conosca quali dei due programmi prevalga sull’altro oppure quali siano state le variazioni introdotte nell’uno o nell’altro per giungere alla condivisione.

Ma il sindaco non è stato in grado di fornire le linee programmatiche della “nuova” Amministrazione e la mozione è stata respinta.

A quel punto, la Minoranza, tutta, ha abbandonato temporaneamente l’aula perché le veniva impedita la discussione per l’assenza del programma.

Al rientro della Minoranza, chiaramente messo alle strette e per evitare il palese imbarazzo, il sindaco Zancanaro non ha trovato altro sistema se non quello di sfuggire al confronto in modo plateale e incauto

Abbandonando l’aula e portandosi dietro i suoi fedeli, ha dichiarando con fare fanciullesco: “prima siete usciti voi, adesso usciamo noi…”. È stato il suo modo scomposto di eludere il suo dovere di confrontarsi sugli importantissimi temi posti dalle Minoranze come la mozione sull’antifascismo e l’interpellanza sulla ss11.

È proprio il caso di dire che Zancanaro ed i suoi se la sono data a gambe. Sono fuggiti perché incapaci di sostenere un confronto politico? Oppure Zancanaro non era più sicuro di avere la maggioranza? (mancavano Camerati e Bernacchi, tra l’altro).

Tenti e Manini, presi alla sprovvista dal gesto istintivo del sindaco, non hanno saputo parare il colpo.  Infatti, in evidente imbarazzo, sono restati in attesa di un rientro della giunta e dei consiglieri. Speranza vana, perché tutti, invece, si sono defilati.

E che dire del Presidente del Consiglio Fagnani? Incredibilmente, si è ritrovato unico componente della maggioranza ad essere presente in Consiglio. Imbarazzato? Confuso? Forse pure sconcertato, è restato solo a sostenere il peso del gesto incredibile dei suoi compagni. Ci si domanda come potrà ancora essere parte di una compagine che dimostra ogni giorno la propria inadeguatezza. Più volte ha dichiarato di non essere allineato, ciononostante subisce e non prende una posizione chiara.

Ma la domanda è: come può Zancanaro avere la fiducia dei Cittadini? Come può un sindaco fuggire davanti all’avversario e avere il coraggio di girare per il paese? Lo domandiamo a lui, ma soprattutto a chi lo ha sostenuto.

 

Gruppo Consiliare di ViviAmoVittuone

Vittuone 07.07.2018

 

Quando mi è stato raccontato ciò che è accaduto in Consiglio comunale sono rimasto allibito. Da quando in qua un Sindaco, un Sindaco di tutti, lascia l'aula consiliare? Ma siamo all'asilo Mariuccia?

Quel che mi fa più pena, però, è il comportamento dei Consiglieri della maggioranza.

Ripeto quanto già scritto: sono sempre dietro a lamentarsi, a minacciare le dimissioni perchè "così non si va avanti", perché "Tenti la fa da padrone", perché "non riusciamo a fare nulla di quello che volevamo fare", ecc. ecc., però, al momento dell'adunata, tutti in fila, presenti ed ubbidienti come soldatini. Non parlo solo di coerenza, di etica, di orgoglio personale... parlo di dignità!

PS: un caffè a chi indovina il personaggio dell'immagine!

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Luglio 2018 16:42

La biciclettata alla Forestina - le foto

E-mail Stampa PDF

(Clicca sull'immagine per accedere all'album fotografico)

Ultimo aggiornamento Martedì 03 Luglio 2018 13:44

Comunicato stampa - ricevo e pubblico

E-mail Stampa PDF

   

Quando in questo sito si parla di amministrazione allo sbando si intende evidenziare tutta quella varietà di sintomi che identifica una malattia sistemica in progressione. Dapprima lenta e impercettibile, poi sempre più veloce e catastrofica.

Possiamo paragonare questo quadro ad una diagnosi medica per un essere umano: quando i sintomi denotano un quadro patologico, allora è necessario decidere ed intervenire. Più avanti si va e peggio è. Più si scelgono soluzioni palliative e più la malattia invade il corpo, portandolo sempre più rapidamente al disastro.

Questo è ciò che sta accadendo a Vittuone, solo che a farne le spese non è solo "il corpo malato" (l'amministrazione), è il paese intero. I proclami, sempre più banali ed inconsistenti, lasciano spazio alle scelte scellerate, come a quella di dare in mano la leva del comando al proprio peggior nemico...

La penultima chicca l'abbiamo vista la scorsa settimana: il rinvio del Consiglio comunale a causa di una evidente mancanza di numeri in maggioranza. L'ultima, almeno per ora, l'abbiamo vista sulla stampa: la convocazione del Consiglio - precedentemente rinviato - avvenuta sui giornali prima che venisse comunicata ai Consiglieri. 

Di seguito il comunicato di ViviAmoVittuone, a nome del suo Capogruppo Marcioni, inviato agli organi di stampa e relativo proprio alle modalità di convocazione.

 

Ancora una volta l'Amministrazione Zancanaro si distingue per la scorrettezza istituzionale: il Consiglio Comunale (rinviato in precedenza a data da destinarsi) non viene comunicato con atto ufficiale - e pubblicato sul sito istituzionale del Comune - ma in modo disinvolto e scorretto, cioè attraverso un articolo di giornale. Il settimanale Settegiorni, nella parte dedicata al consigliere Camerati (pag. 29), descrive e dettaglia l'ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale convocato per il 4 luglio.

Peccato, però, che alla data dell’uscita del giornale i Consiglieri non avessero ancora ricevuto alcuna comunicazione in merito con quella data e, tantomeno, la convocazione. Si prende atto che l'Amministrazione preferisce informare prima la stampa e poi i Consiglieri Comunali di Minoranza. Peraltro senza convocare i capigruppo e concordare la data, oltre a non convocare le commissioni, a non informare i cittadini di quello che succede in città …

È evidente che a questa Amministrazione non interessano né il rispetto delle regole né la correttezza e, a questo punto, vien da credere che non sia nemmeno interessata a Vittuone.

La Convocazione ufficiale del Consiglio Comunale è stata consegnata ai Consiglieri Comunali alle ore 15 di oggi, 29 giugno, e riporta la data del 5 luglio alle ore 19 con ben 15 punti da portare in discussione. Che si siano resi conto di aver fatto una gaffe? Ogni altro commento è superfluo.

 

Gruppo Consiliare di ViviAmoVittuone

La Capogruppo

Maria Ivana Marcioni

Ultimo aggiornamento Lunedì 02 Luglio 2018 13:20

Ma chi cacchio comanda???

E-mail Stampa PDF

MA CHI CACCHIO COMANDA A VITTUONE???

 

Era evidente a tutti, "tutti" riferito a quel minimo della cittadinanza che conosce chi sta ad amministrare il proprio paese, che l'ingesso di Tenti avrebbe comportato qualche difficoltà.

Anzi, un bel casino.

Anzi, un qualcosa che finalmente avrebbe potuto risvegliare la coscienza di chi è stato eletto nel 2016.

Fra questi, appare chiaro, non c'è il Sindaco Zancanaro.

La sua vice, certamente più "sgamata", guarda, incassa e tace.

Ora accade che la new entry, il superuomo, lo "sborone" di turno che fa sempre la voce grossa, sta prendendo il comando della situazione. Ma è normale una cosa così?

Ragazzi, sveglia!!!! Ma che cavolo deve succedere ancora per capire che questa Amministrazione - anzi, questa amministrazione (perchè non merita la A maiuscola) è morta?

Ma i Consiglieri e gli Assessori hanno una dignità? Sempre dietro a lamentarsi con tutti di questa situazione paradossale, il malcontento che dilaga, la mancanza di coordinamento, di idee, di logica e, quel che più conta, la mancanza di leadership.

Ora arriva Tenti a dare ordini??? Ma che spina dorsale hanno questi amministratori? Che pena... 

Il problema è, però, che il paese fa schifo, non c'è niente di realizzato di quanto promesso.

E l'ago della bussola, colei che ha permesso a costoro di vincere le elezioni, la portatrice dei ben noti 500 voti... che fa, oltre a perdere la faccia di fronte ai suoi concittadini???

Ragazzi, va bene che alcune linee di pensiero dilagano fra il popolino italiano, ma cercate - dico "cercate" - di usare il cervello! Ne va del nostro futuro.

Ultimo aggiornamento Sabato 30 Giugno 2018 15:49

Pagina 4 di 95

You are here: Home