La Libertà è partecipazione

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Dice il saggio...

(Aforismi, citazioni e  curiosità

 

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi

(William Shakespeare - Re Lear)

 

 

 9 visitatori online

 

 

Scrivici

Benvenuti!

E-mail Stampa PDF

Benvenuti in questo nuovo sito!

L’obiettivo di questo progetto, “Vittuone nel cuore”, è la creazione di un punto di incontro per tutti quei Vittuonesi che hanno a cuore il loro paese e che vorrebbero partecipare alla “cosa pubblica”, formando cioè un insieme di persone avente l’obiettivo di amministrare il proprio paese, senza però necessariamente far parte di partiti o altre formazioni più o meno politiche o associazioni che alla politica fanno riferimento.

Lo spazio è aperto a tutti i nostri concittadini, a prescindere dalle appartenenze politiche, ma è soprattutto un punto di partenza dedicato a chi vorrebbe una Vittuone ben amministrata e maggiormente a misura d’uomo e che non ha presumibilmente condiviso molte delle scelte operate dall’attuale amministrazione, perché un paese può essere “grande” senza esserlo in dimensioni, costruzioni, densità demografica o visibilità mediatica.

Buona amministrazione = sobrietà: anche questa relazione sta alla base del nostro concetto di amministrare bene il paese, senza sprechi di denaro pubblico per opere di secondaria importanza che vanno a scapito di una buona e costante manutenzione del territorio. Naturalmente per noi il rispetto delle regole, scritte e non, è un aspetto fondamentale che non può e non deve mancare nella gestione della comunità.  

Avere a cuore il proprio paese significa quindi lavorare insieme ad altri, con uno spirito ed uno scopo comune, quello di realizzare una situazione sociale e  civile della quale ognuno possa sentirsi parte: il concetto più alto di “comunità”, un paese da vivere, dove sia bello abitare e far crescere i propri figli.

Aspetto imprescindibile che sta alla base di questo progetto è la conservazione del verde comune e la riqualificazione delle aree naturali ad oggi abbandonate alla loro sorte, destinate a diventare contenitori di spazzatura gettata da esseri incivili.

Nel nostro paese, nonostante la distruzione del bosco del bacin, del bosco del “Palo” e di altre zone verdi, rimangono ancora stupende nicchie di realtà naturali da rivitalizzare e proteggere. Pensate alla zona dei fontanili, per esempio, e come potrebbe essere condivisa da tutta la cittadinanza, dando vita a quel magnifico rapporto bucolico che si instaura con l’ambiente circostante quando, passeggiando sotto le fronde degli alberi, si “respirano” gli odori e i rumori della natura!

Siamo all'inizio, quindi in una fase di "prove tecniche di trasmissione", ma presto inizieremo a presentare qualcosa di più concreto che parli della vita del paese e delle attività che vorremmo portare avanti...

Commenti  

 
#1 mart t 2011-07-04 22:34
Due cosette ancora sul Consiglio Comunale del 21.06.11
Il sindaco Tenti assicura che l’aumento delle tariffe dei soggiorni presso l’ R.S.A “IL GELSO” non aumenteranno perché la tentata vendita (svendita) alla soc. Argento Vivo non è andata a buon fine.
Ma chi dobbiamo ringraziare? L’imperizia della giunta , o l’avventurismo della di Argento Vivo? Si giocano ai dadi il patrimonio di Vittuone e dobbiamo gioire della loro incapacità. Nella prossima seduta spiritica chiederemo al sommo Poeta DANTE in quale “ Girone” possiamo metterli!

Sul rendiconto del bilancio consuntivo ‘2010 sono rimasti 2.200.000 € perché la soc. Argento Vivo pur non avendo potuto acquistare il diritto di superficie e ottenere la possibilità di impadronirsi con un piatto di lenticchie dell’intera struttura ,in barba alla “convenzione” che non prevede per questa società nessun TITOLO a farlo, non ha preteso la restituzione di 1.980.000€.
È appena il caso di rammentare, non al sindaco, ma a un qualunque cittadino che in Italia ogni anno chiudono migliaia di piccole aziende solo perché qualche cliente non paga il lavoro ricevuto per poche centinaia di Euro. Ma è evidente che loro sono dei maghi e noi crediamo alla storia di “Dumbo” l’ elefantino volante.
E meraviglia delle meraviglie, quella somma rimasta in bilancio consente alla giunta di non incorrere nei rigori del mancato rispetto del Patto di Stabilità! Di questa acrobazia Il Sindaco si è vantato spiegando che questa è una delle tante prove della sua “lungimiranza”. Se lo raccontiamo a Marchionne , gli prende una depressione che si dimette dalla FIAT.
In questa seduta del Consiglio abbiamo anche appreso che a dispetto delle maldicenze del gruppo di minoranza, le tariffe del “Gelso” sono le più basse della zona, anche delle case di riposo Pubbliche. Si tratta però delle tariffe agevolate , mica è stato detto questo piccolo d e t t a g l i o!
 
You are here: Home